La nascita di matermundi

 

 

abbraccio foto di @igattiballano on instagram 

 

  C’era una volta una bambina sensibile e curiosa “peccato che hai preso il naso da tuo nonno, è inguardabile“,

divenuta una studentessa modello  “essere bravi a scuola è normale, ognuno ha il suo dovere da fare“,

poi compagna insicura “potrebbe lasciarmi, perchè non sono abbastanza per lui“,

poi madre protettiva “la salute di mio figlio dipende da me, se lui sta male è colpa mia, se è infelice è colpa mia

poi madre in lutto “il mio secondogenito è morto, la mia vita non sarà mai più la stessa“.

Questa bambinapoistudentessapoicompagnapoimadre era diventata nel frattempo una “psicoprofessionista“: il suo lavoro era ascoltare e aiutare le donne come lei, che erano state figlie, come lei, o gli uomini infelici, figli spesso di madri infelici e preoccupate e di uomini lontani ma ingombranti.

Un giorno questa donna – matrioska (ci sono sempre tante donne, di tante taglie, colori e vissuti, nascoste dentro le donne che vediamo) seduta di fronte ad un mare ruvido e sfacciato in un angolo di Liguria, cominciò a dare spazio alle voci e ai vissuti di tutte le donne che aveva vissuto e conosciuto, e di tutti gli uomini infelici che aveva incrociato nel suo psicolavoro.

Fu in quel mare di vissuti, grida silenziose, sintomi, frasi sfacciate, dolori senza voce, corpi senza abbracci, famiglie senza parole, di donne violate dalla negazione di sè, che la donna-matrioska si immerse per un pò.

Quando ne uscì, e nel frattempo era tornata nella sua Toscana, si accorse di non essere la sola ad aver visto la nera marea salire e ricoprire ineluttabile e beffarda donne, uomini e famiglie. Parlando con altre donne (alcune donne-madri, altre donne-bambine) e con un uomo molto saggio, di fronte a ben più di una tazza di tè, riuscì a dare forma ad un progetto, ambizioso ed attraente come la libertà, e chiamò quel progetto matermundi.

matermundi orangematermundi è  frutto del peregrinare intorno e dentro alle vite delle donne e delle famiglie.

matermundi è un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza, per esplorare le femminilità, le potenzialità presenti in ognuno di noi per migliorare il nostro livello di consapevolezza ed il nostro benessere, per migliorare la cultura sul femminile e sulla famiglia.

matermundi è uno spazio di ascolto, confronto, crescita personale, uno spazio di cura multidisciplinare dedicato alle donne, alle coppie, alle famiglie.

matermundi è un’opportunità di approfondimento e crescita…da cogliere!