Ode all’invidia- Pablo Neruda

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

“Con amore o con tristezza,

nella fredda mattina,

alle tre del pomeriggio,

o durante la notte,

ad ogni ora,

furioso, innamorato,

in treno, in primavera,

al buio o ritornando

da una festa nuziale,

attraversando il bosco

o l’officina,

alle tre del pomeriggio

o di notte,

ad ogni ora,

scriverò non soltanto

per non morire,

ma per aiutare

altri a vivere,

perché sembra che qualcuno

abbia bisogno del mio canto.

Sarò,

sarò implacabile.

Io chiedo loro

che sostengano senza tregua lo stendardo

dell’invidia.”

Commenta l'articolo